All’interno della dieta mediterranea un posto di assoluto rilievo spetta alla mozzarella. Il latticino con una base di formaggio fresca a pasta filata che viene spesso identificato con la Campania, dove viene tradizionalmente preparato con il latte di bufala, è ormai da tempo un prodotto ricercatissimo a livello globale. Una prerogativa che ne ha fatto però, come accade spesso per i prodotti del Made in Italy alimentare oggetto di varianti e contraffazioni di non poco conto, tali da poterne anche andare a colpire la reputazione e danneggiarla quindi in maniera molto seria, a livello di immagine.
Se le contraffazioni sono estremamente pericolose, altrettanto insidiose possono rivelarsi le varianti, in quanto portano avanti una sorta di concorrenza sleale, puntando sulla compressione dei costi e, di conseguenza della qualità. Tra le varianti occorre ricordare in particolare quella prodotta con latte vaccino, la più utilizzata in assoluto, cui vanno poi aggiunte quelle che vedono il ricorso a latte pecorino e caprino.
Sono proprio le imitazioni a preoccupare maggiormente i produttori italiani, non solo per l’entità del fenomeno, ma anche per il fatto di predisporre il grande pubblico alla degustazione di un prodotto diverso e, quello che è peggio, di qualità molto minore, attentando così alla sua fama.

Le proprietà benefiche della mozzarella

La discussione sulla genuinità della mozzarella, con tutta evidenza, non riguarda soltanto la sfera economica, ma anche quella legata ad una alimentazione realmente sana di cui essa è un vero e proprio emblema. Va infatti ricordato come questo latticino veda una importante presenza di proteine animali, oltre che di minerali, a partire dal calcio, cui si accompagnano sodio, fosforo, potassio e magnesio. Non mancano poi le vitamine in particolar modo la B12 (Cobalamina), la K (Fillochinone) e la J (Colina), oltre al betacarotene.
Una presenza che rende la mozzarella ideale per l’alimentazione di soggetti come le donne, sia giovani che in menopausa, cui può garantire una alimentazione salutare in cui notevoli benefici sono apportati in particolare dall’elevata percentuale di calcio, in grado di conservare la salute delle ossa.
Anche chi pratica attività fisica, però, può garantirsi notevoli benefici tramite l’assunzione di mozzarella, in quanto per tale via può aumentare la massa muscolare, grazie alla presenza delle proteine. Inoltre il consumo di mozzarella è consigliato anche per i soggetti che soffrono di gotta, sulla base di studi che sono stati condotti al riguardo.
Naturalmente la grande attenzione alla forma fisica ha avuto come conseguenza nel corso degli ultimi anni una nomea abbastanza equivoca per un prodotto il quale prevede l’utilizzazione di latte intero e che è di conseguenza accusato di far ingrassare. Per ovviare a questo inconveniente molti produttori hanno quindi deciso di varare versioni depurate di buona parte dei grassi, le cosiddette mozzarelle light, in cui viene invece utilizzato il latte parzialmente scremato.

Le calorie e i valori nutrizionali della mozzarella

Altro elemento che deve essere attentamente esaminato, nel caso della mozzarella, è quella relativa alle calorie che essa può apportare alla nostra dieta, che sono circa 250 per ogni etto di latticino consumato. Nella stessa quantità di mozzarella, possono poi essere riscontrati i seguenti valori nutrizionali:

Grassi: 15.92 grammi

Carboidrati: 2.77 grammi

Proteine: 24.76 grammi

Zuccheri:  1.13 grammi

Acqua: 53.78 grammi

Ceneri: 3.27 grammi

Calcio: 782.00 mg

Sodio: 619.00 mg

Fosforo: 463.00 mg

Potassio: 84.00 mg

Ferro: 0.22 mg

Magnesio: 23.00 mg

Zinco: 2.76 mg

Selenio: 14.40 mcg

Retinolo (Vit. A): 124.00 mcg

Vitamina A, IU: 481.00 IU

Riboflavina (Vit. B2): 0.30 mg

Niacina (Vit. B3): 0.10 mg

Folati, totali: 9.00 mcg

Cobalamina (Vit. B12): 0.82 mcg

Vitamina D3: 0.30 mcg

Alpha-tocoferolo (Vit. E): 0.14 mg

Fillochinone (Vit. K): 1.60 mcg

Colina totale (Vit. J): 15.40 mg

Carotene, beta: 41.00 mcg

Colesterolo: 64.00 mg

Acidi grassi monoinsaturi: 4.51 grammi

Acidi grassi polinsaturi: 0.47 grammi

Acidi grassi saturi: 10.11 grammi

Acido aspartico: 1.76 grammi

Acido glutammico: 5.68 grammi

Alanina: 0.74 grammi

Arginina: 1.04 grammi

Cisteina: 0.14 grammi

Fenilalanina: 1.27 grammi

Isoleucina: 1.16 grammi

Leucina: 2.37 grammi

Lisina: 2.46 grammi

Prolina: 2.50 grammi

Serina: 1.42 grammi

Tirosina: 1.40 grammi

Valina: 1.52 grammi

All’interno della dieta mediterranea un posto di assoluto rilievo spetta alla mozzarella. Il latticino con una base di formaggio fresca a pasta filata che viene spesso identificato con la Campania, dove viene tradizionalmente preparato con il latte di bufala, è ormai da tempo un prodotto ricercatissimo a livello globale. Una prerogativa che ne ha fatto però, come accade spesso per i prodotti del Made in Italy alimentare oggetto di varianti e contraffazioni di non poco conto, tali da poterne anche andare a colpire la reputazione e danneggiarla quindi in maniera molto seria, a livello di immagine. Se le contraffazioni sono…
Un articolo completo sui valori nutrizionali della mozzarella di Andria

Valutazione articolo

Completezza - 95%
Facilità di lettura - 88%

92%

Ottimo

Un articolo completo sui valori nutrizionali della mozzarella di Andria

Voto utenti: Sei il primo a votare!
Traduci »